Descrizione Progetto

Audi R8 Coupé

Per sentirsi Iron Man per un giorno o andarsi a divertire tra i tornanti di qualche strada di montagna, non esiste nulla di meglio che un branco di cavalli nervosi, lì, sotto al piede destro…

Spigolosa e “cattiva” nell’estetica, la seconda generazione della Audi R8 Coupé è stata rinnovata da cima a fondo senza alterarne l’impostazione originaria, vale a dire quella di una berlinetta a due posti con motore centrale.

È una vettura nata per dare il massimo nella guida sportiva, sfruttabile sino in fondo solo in pista, ma anche sufficientemente comoda e “trattabile” nell’impiego di tutti i giorni. Alta appena 124 cm per una lunghezza di 443, nasce da un progetto congiunto con la Lamborghini Huracán ed è basata su una raffinata struttura in fibra di carbonio e alluminio che ha contribuito al contenimento del peso (che è al di sotto dei 1600 kg). Il comparto trasmissione è basato su un cambio robotizzato S tronic a doppia frizione (con 7 marce) e sul sistema trazione integrale quattro; quest’ultimo, con differenziale autobloccante al retrotreno, utilizza una frizione elettroidraulica multidisco anteriore (al posto del giunto viscoso della vecchia R8) per ripartire la coppia fra i due assi.

Dimmi di più!